fbpx
Stiamo caricando

Teatro Giovani

L’attenzione di ERT verso la formazione si esprime con un’intensa programmazione di Teatro per le Scuole e per i giovani, recite scolastiche (matinée) e spettacoli in lingua inglese.

Letture e dialoghi dalla compagnia teatrale Aspettattiva Crediti dell'Istituto Corni di Modena

La compagnia teatrale Aspettattiva Crediti dell’Istituto Corni di Modena presenta i suoi contributi!
La Scuola avrebbe dovuto presentare proprio oggi lo spettacolo LAYAL all’interno della rassegna delle Scuole, ma siccome è stata annullata ha pensato di proporre queste letture.

Progetti speciali

SOSPESO // #1 Classroom Plays - Aristotele invita Velázquez a colazione e gli prepara uova e (Francis) Bacon

Progetto “Classroom plays” – prima tappa
Progetto riservato alle Scuole Medie Superiori

una creazione di Davide Carnevali
con (a turno) Michele Dell’Utri, Simone Francia, , Diana Manea, Jacopo Trebbi e con Michele Lisi, Daniele Cavone Felicioni, Paolo Minnielli, Maria Vittoria Scarlattei.
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione


Velásquez armato di uno smartphone e investito pittore di corte dal Re Filippo IV, alle prese con l’impossibilità di ritrarre un volto. A partire dalla Poetica aristotelica, lo spettacolo indaga i concetti di presentazione e rappresentazione dalla Grecia alla modernità, il principio di formalizzazione e il primato del verosimile sul vero, in un linguaggio agile e sempre portato a chiamare in causa gli spettatori.

Periodi:

ottobre: dal 24 al 31
novembre: dal 4 al 6 
dicembre: dal 2 al 3 

Fascia d’età: 14-18 anni
Durata: 1 ora e 20 minuti
Prezzo del biglietto: 5 €
Prenotazioni: inviare una mail a teatro.ragazzi@emiliaromagnateatro.com entro il 18 ottobre.

Lo spettacolo potrà essere svolto presso le classi degli Istituti che ne faranno richiesta in data e orario da concordare.

SOSPESO // #2 Classroom Plays - Teseo fila la lana, Pollicino sbriciola per terra e Cartesio presta a Dante un GPS per trovare la retta via

Progetto “Classroom play” – seconda tappa
Progetto riservato alle Scuole Medie Superiori

una creazione di Davide Carnevali
con (a turno) Michele Dell’Utri, Simone Francia, , Diana Manea, Jacopo Trebbi e con Michele Lisi, Daniele Cavone Felicioni, Paolo Minnielli, Maria Vittoria Scarlattei.
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

Dopo Aristotele invita Velázquez a colazione e gli prepara uova e (Francis) Bacon, nel nuovo Classroom play Teseo fila la lana, Pollicino sbriciola per terra e Cartesio presta a Dante un GPS per trovare la retta via continueremo l’indagine sulla relazione tra realtà e finzione, tra vita e storia. Partiremo dai concetti di ordine e struttura, per capire come si posizionano alla base non solo dell’estetica, ma anche dell’etica occidentale. Zeus e Prometeo nel mezzo di un litigio, Dante che sciorina rime su una base trap, Pitagora e Cartesio alle prese con la matematica applicata alla vita di tutti i giorni, la stessa che aiuterà Pollicino a uscire dai guai, mentre Teseo e Arianna se la vedono col Minotauro, senza poter utilizzare GoogleMaps. I concetti di ordine e struttura tengono insieme miti greci e fiabe europee; il viaggio degli eroi procede a cavallo tra realtà e finzione, tra la Divina Commedia e il Discorso sul metodo di Cartesio, con Umberto Eco e Gilles Deleuze, alla ricerca di un ponte divulgativo familiare che unisca le grandi complessità del vivere umano.

Periodi:
ottobre: 
dal 24 al 31
novembre: dal 4 al 6
dicembre: dal 2 al 3 

Fascia d’età: 14-18 anni
Durata: 1 ora e 20 minuti
Prezzo del biglietto: 5 €
Prenotazioni: inviare una mail a teatro.ragazzi@emiliaromagnateatro.com entro il 18 ottobre

Lo spettacolo potrà essere svolto presso le classi degli Istituti che ne faranno richiesta in data e orario da concordare.

SOSPESO // Nel Gran teatro della città

Visita spettacolo al Teatro Storchi

drammaturgia Emanuele Aldrovandi
con Daniele Cavone Felicioni, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Michele Lisi, Diana Manea, Paolo Minnielli, Maria Vittoria Scarlattei, Jacopo Trebbi (cast a rotazione)
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

Una visita spettacolo a scovare storie, aneddoti e meraviglie nascoste del teatro “popolare” di Modena.

24 marzo 1889: con lo spettacolo Le donne curiose, opera giocosa di Emilio Usiglio, si inaugura a Modena il Teatro Storchi, progettato da Vincenzo Maestri nella seconda metà dell’Ottocento e costruito per volere del Cavalier Gaetano Storchi, ricco benefattore. Si colma cosi un vuoto nella città: difatti, dopo la demolizione delle arene provvisorie edificate sui baluardi urbani e l’incendio del Teatro Aliprandi (1881), mancava un edificio teatrale destinato a spettacoli popolari e d’evasione. Dai fulgori della belle époque – e delle sue screziate manifestazioni, come, ad esempio, le esibizioni ginniche di Alberto Braglia, il circo equestre Pinta-Ballerini e le provocazioni del teatro di varietà e della rivista – fino ai giorni nostri, il Teatro Storchi ha rappresentato un punto di riferimento per la vita cittadina modenese: gli attori di ERT guideranno il pubblico alla scoperta degli angoli, più o meno conosciuti, di questo edificio, a partire dalla sua peculiare struttura architettonica con una duplice facciata in stile greco-romano. Prenderà, cosi, forma un viaggio sentimentale, nel tempo e nello spazio, in grado di coniugare storia, divertissement e quel tocco di magia che sempre accompagna la meraviglia di una esplorazione.

Per chi: Scuole Medie Inferiori e Superiori, per un massimo di 2 classi per visita spettacolo

Quando:

dal 21 al 31 ottobre
dal 4 al 6 novembre
dal 2 al 3 e 12 dicembre

Prenotazioni: inviare una mail a teatro.ragazzi@emiliaromagnateatro.com specificando la Scuola e il numero di studenti interessati.

Prezzo del biglietto: 5 € a studente, omaggio per un insegnante ogni 15 studenti

SOSPESI // Tutti gli spettacoli serali