Stiamo caricando

Turandot

A proposito di questo spettacolo

Favola, per antonomasia, dell’esotismo orientale, ricca di colpi di scena, agnizioni e promesse ferali, Turandot è divenuta nel tempo (da Gozzi a Puccini) l’emblema del nostro immaginario verso la grande Cina.
Per la prima volta, ora, un regista italiano, proprio a partire dalla novella del principe Calaf e della principessa Turandot, si confronta con la tradizione dell’Opera di Pechino. Lo spettacolo è un sottile gioco di specchi tra due mondi, lontani in apparenza, ma reciprocamente attratti e affascinati l’uno verso l’altro. Da un lato, dunque, la raffinata arte attoriale dell’Opera di Pechino, abilissima mescolanza di recitazione, danza e canto, tesa a una continua perfezione del gesto artistico, dall’altra, invece, lo sguardo prospettico d’invenzione tutta italiana, il gusto visionario e la lunga sapienza d’ordire scene illusionistiche, abilità divenuta patrimonio del teatro europeo. Questa Turandot prosegue la fortunata esperienza italo-cinese del Faust: si rinnova il vivo confronto tutto teatrale tra Asia ed Europa.

Note

Consigli dalla Biblioteca Delfini:

  • Carlo Gozzi, Fiabe teatrali, Mursia 1998
  • Giacomo Puccini, Turandot, RCS Editoriale quotidiani 2004 (dvd)
Acquista a partire da € 13,50

Dati artistici

regia Marco Plini
consulente artistico Xu Meng Ke
assistente alla regia Thea Dellavalle
con gli attori della compagnia nazionale dell’Opera di Pechino
musiche originali Luigi Ceccarelli e Alessandro Cipriani
ensemble musicale composto da musicisti italiani e cinesi
produzione China National Peking Opera Company, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro Metastasio di Prato
Acquista a partire da € 13,50
una produzione di Turandot • Produzione Emilia Romagna Teatro

Aggiornamenti ed Eventi su Turandot

Ridotto - Teatro Storchi
26/01/2019
h 17:00
Un'occasione per dialogare con gli artisti delle compagnie, in un'atmosfera informale e di prossimità.  Per condividere punti di vista, raccogliere...