Stiamo caricando

L'anima buona del Sezuan

Teatro Storchi

A proposito di questo spettacolo

Composta negli anni del suo esilio da una Germania intrisa di ferocia, L’anima buona del Sezuan ci colpisce per l’equilibrio mirabile tra uno sguardo freddo e analitico sul tessuto sociale, politico ed economico, la profetica ironia verso gli orrori del capitalismo e un’accorata vena poetica. Dominano in apertura e in chiusura – nel testo e nella nostra rilettura – le esilaranti figure dei tre dei, misconosciuti e disorientati, in missione per conto di misteriosi superiori, in giro per il mondo a cercare anime buone. Se le troveranno, il mondo ‘può restare com’è’. Il linguaggio in scena è sospeso tra parlato, canto e danza: si intreccia alle composizioni originali eseguite dal vivo per disegnare la partitura di una vera e propria opera in musica.
Immaginiamo il nostro Sezuan, bizzarra ed ambigua ambientazione geografica che ospita questa favola di metafore, come una terra di chiaro-scuri, un cantiere aperto a tratti deserto e a tratti sovraffollato, nel quale i corpi degli attori sembrano guerrieri o marionette pronti a rapide metamorfosi.

Elena Bucci e Marco Sgrosso

Dati artistici

di Bertolt Brecht
traduzione Roberto Menin
progetto, elaborazione drammaturgica e interpretazione Elena Bucci, Marco Sgrosso
e con altri attori in via di definizione

musiche originali eseguite dal vivo
disegno luci Loredana Oddone
drammaturgia del suono Raffaele Bassetti
macchinismo e direzione di scena Viviana Rella
costumi supervisione di Ursula Patzak
in collaborazione con Marta Benini e Elena Bucci
maschere Stefano Perocco di Meduna
sarta Manuela Monti
una coproduzione CTB Centro Teatrale Bresciano, Emilia Romagna Teatro Fondazione
in collaborazione con Le belle bandiere

foto di Vito Pavia

una produzione di L'anima buona del Sezuan • Produzione Emilia Romagna Teatro

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Invito a Teatro Prosa 12

Se ti piace L'anima buona del Sezuan ti suggeriamo anche:

dal 21/12/2018
al 22/12/2018
Teatro Storchi
Un vitale e disordinato mosaico, un incastro di racconti tutti diversi, ma parte di una comune grande narrazione

Spamalot

I cavalieri della tavola molto molto rotonda
dal 08/12/2018
al 09/12/2018
Teatro Storchi
Spamalot, il musical tratto da MontyPython e il Sacro Graal, film culto del più grande gruppo comico di tutti i tempi
dal 28/11/2018
al 02/12/2018
Teatro Storchi
Una rilettura da Brecht: una favola di metafore potente, visionaria e necessaria
dal 08/12/2018
al 15/12/2018
Teatro delle Passioni
Un grande gioco metaforico per capire i rapporti tra l’Afghanistan e l’Occidente dal 1842 ai giorni nostri

Maybe I should take a walk

(with no destination)
dal 30/05/2019
al 31/05/2019
Teatro delle Passioni
L’ultima tappa del viaggio di Motus fra le contraddizioni dell’American Dream, dedicata a Sam Shepard: un ritratto plurale e visionario