Stiamo caricando

Intrecci, Serate di promozione non convenzionale - L'anima buona del Sezuan

Intrecci, Serate di promozione non convenzionale - L'anima buona del Sezuan

Secondo appuntamento 

In occasione della messinscena di L'anima buona del Sezuan , Nicoletta Giberti, direttrice artistica e organizzativa del Festival Internazionale della Fiaba, donerà voce e corpo a fiabe della tradizione tedesca, norvegese, islandese e russa, per rintracciare quei fili rossi che legano il linguaggio teatrale alla fiaba.

Sul palco del teatro, luogo simbolico e potente del celebrarsi delle azioni del vivere, davanti ad una buona tazza calda di tè, ci si ritroverà come si è soliti fare quando c’è un tempo buono da gustare e qualcosa di prezioso da ascoltare.

Intrecci di ciocche:
(1) Il teatro è la messa in scena continua della vita,
(2) la fiaba è il racconto della vita e
(3) la presenza del pubblico è la vita nel qui ed ora.
Il teatro agisce attraverso lo specchio della finzione, la fiaba, tutta vera, agisce attraverso la parola
e la sonorità del linguaggio, il pubblico agisce attraverso la creazione di un dialogo silenzioso fatto
di sospiri ed emozioni.
Una treccia le cui tre ciocche sono sì indipendenti, ma spesso legate le une alle altre…

_ L'anima buona del Sezuan
La semplicità del testo di Brecht, in un’esplicita parabola evoca l’elementare separazione tra il male, sin troppo diffuso e presente in tanti di noi, ed il bene, frutto sereno per pochi.
Il testo consente allo spettatore di distinguere immediatamente le due contrapposte posizioni e quindi di sentirsi coinvolgere emotivamente nei comportamenti umani che si susseguono sulla scena. La protagonista mostra quanto sia difficile vivere, per chi ha troppe nobili intenzioni e quanto sia ingannevole la speranza centrata nei dieci biblici comandamenti. Agli Dei resta sempre una via d'uscita: poco prima che cali il sipario, potranno tornarsene lassù, nella loro beata irrealtà.
Brecht vedeva il teatro come un mezzo per attivare le menti, lo stesso è per la fiaba che proprio per questo suo potere, è stata censurata, edulcorata e relegata nelle bocche di anziane innocue nonnine, circondate solo da bambini.

Le tematiche/archetipi che si intrecciano vertono su:
La Promessa: Pelle d’Orso_ Fiaba della tradizione Tedesca
Una Persona giusta in un mondo ingiusto: Cenerentola_ Fiaba della tradizione Tedesca
Il Camuffamento:Fiaba del Re Oddur_ Fiaba Islandese
Bene/Male: Vassilissa la Bella_ Fiaba Russa

 

Informazioni:
Ingresso € 10,00
Posti limitati, si consiglia la prenotazione a biglietteria@emiliaromagnateatro.com – 059.2136021
Vendita on-line: clicca qui

In collaborazione con Associazione Festival della Fiaba