fbpx
Stiamo caricando

SOSPESO // Nel gran teatro della città. Teatro Storchi

Teatro Storchi

A proposito di questo spettacolo

Una visita spettacolo a scovare storie, aneddoti e meraviglie nascoste del teatro “popolare” di Modena

Erano gli anni della belle époque, anni di illusioni e di sogni, di ricchezze e novità. Le mura della città scomparivano e l’antica Porta Bologna lasciava spazio alla grande Piazza Garibaldi. Lì, nel 1885, l’impresario Gaetano Storchi ha avuto l’idea di costruirsi un teatro, grande, aperto, per spettacoli più vari, ma sempre per un pubblico ben preciso, quello popolare. Le esibizioni ginniche di Alberto Braglia, che si faceva lanciare dal loggione per afferrare al volo un trapezio giù nel palcoscenico, il circo equestre Pinta-Ballerini, con venti cavalli a scorrazzare in platea, le provocazioni del teatro di varietà e della rivista: storie di spettacoli mirabolanti, che a sentirle oggi paiono impossibili. Storie della vita segreta di un teatro, da scoprire girovagando in ogni suo angolo, da quelli più noti a quelli più nascosti. Accompagnati dai nostri attori, narratori e guide in questo dolce viaggio.

Ingresso €5
posti limitati, si consiglia la prenotazione 0592136021 

Durata: 1 ora e 30 minuti

Dati artistici

drammaturgia Emanuele Aldrovandi
con Daniele Cavone Felicioni, Michele Dell'Utri, Simone Francia, Michele Lisi, Diana Manea, Paolo Minnielli, Maria Vittoria Scarlattei, Jacopo Trebbi (cast a rotazione)
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione


foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia Romagna)

Video

Se ti piace SOSPESO // Nel gran teatro della città. Teatro Storchi ti suggeriamo anche:

Gli sposi

Romanian tragedy
dal 01/02/2020
al 02/02/2020
Teatro delle Passioni
Elvira Frosini e Daniele Timpano vestono i panni di una particolare coppia di sposi: Nicolae Ceausescu ed Elena Petrescu.
dal 07/02/2020
al 08/02/2020
Teatro Storchi
Una band molto particolare: suonano, sì, ma sono tutti affetti da numerose e misteriose patologie mentali…
dal 26/03/2020
al 26/03/2020
Teatro Storchi
Uno spettacolo per parlare di legalità oggi: se il disimpegno lascia spazio al potere criminale, la “prassi” della corruzione diventa un modus vivendi.
26/03/2020
Teatro Storchi
Uno spettacolo per parlare di legalità oggi: se il disimpegno lascia spazio al potere criminale, la “prassi” della corruzione diventa un modus vivendi

Il nipote di Wittgenstein

Storia di un’amicizia
dal 24/10/2019
al 27/10/2019
Teatro Storchi
Il testo più “intimo” di Thomas Bernhard, un racconto “sentimentale” tanto autobiografico quanto letterario.