fbpx
Stiamo caricando

Il purgatorio

La notte lava la mente

Teatro Storchi

A proposito di questo spettacolo

Uno spettacolo nato per il settimo centenario della morte di Dante Alighieri.

Il regista, drammaturgo e attore Federico Tiezzi torna ad allestire la Commedia, in modo totalmente nuovo, con tre spettacoli basati sulle drammaturgie create trent’anni fa da Edoardo Sanguineti, Mario Luzi e Giovanni Giudici.

Il progetto, triennale, vede la sua prima tappa nel 2021 con Il Purgatorio.

Contravvenendo al tradizionale ordine, Tiezzi sceglie di iniziare dal Purgatorio perché è la cantica dell’amicizia e dell’arte. I personaggi sono soprattutto musicisti, pittori e poeti, l’arte è ciò di cui si discorre, l’arte è forse la strada della salvezza.

Il Purgatorio è anche la cantica della speranza.
Quella speranza di cui il momento storico presente ha bisogno più di ogni altra cosa.
Quella speranza che è volontà di un mondo diverso.
Quella speranza che è trasformazione e aspirazione al bene.

Nel Purgatorio il tempo esiste (mentre nelle altre due cantiche c’è solo l’eternità della sofferenza o della beatitudine) e il poeta, affaticato, può ben pensare di addormentarsi e di sognare. Ed è la presenza dei sogni a fare una delle peculiarità di questa cantica, che si distende nella regia di Tiezzi come una grande seduta psicanalitica.

Le altre due cantiche, che hanno rispettivamente la drammaturgia di Edoardo Sanguineti (Commedia dell’Inferno. Un travestimento dantesco) e di Giovanni Giudici (Il Paradiso. Perché mi vinse il lume d’esta stella), impegneranno il regista e la sua compagnia nel 2022 e nel 2023.

Scrive Tiezzi: «Con questo lavoro vorrei mostrare come Dante non sia solo il teologo, il moralista, il politico che negli anni di scuola ci è stato mostrato: ma anche l’appassionato ricercatore di quella che lui stesso chiama l’umana felicità, cioè la piena realizzazione dell’uomo.»

Acquista a partire da 11,50

Dati artistici

di Mario Luzi
drammaturgia Sandro Lombardi e Federico Tiezzi
regia Federico Tiezzi
con lessandro Averone, Dario Battaglia, Alessandro Burzotta, Giampiero Cicciò, Francesca Ciocchetti, Martino D’Amico, Salvatore Drago, Giovanni Franzoni, Francesca Gabucci, Leda Kreider, Sandro Lombardi, David Meden, Annibale Pavone, Luca Tanganelli, Debora Zuin

scene Marco Rossi
costumi Gregorio Zurla
luci Gianni Pollini
regista assistente Giovanni Scandella
canto Francesca Della Monica
movimenti coreografici Cristiana Morganti
produzione Associazione Teatrale Pistoiese, Fondazione Teatro Metastasio, Compagnia Lombardi – Tiezzi, Campania Teatro Festival, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale

immagine Renzo Vespignani, “Passeggio – Gente al tramonto”, 1996

Acquista a partire da 11,50