fbpx
Stiamo caricando

Il grande inquisitore e altre parabole

A proposito di questo spettacolo

A duecento anni dalla nascita di Fëdor Dostoevskij, uno spettacolo costruito intorno alla sua parabola più densa ed estrema, La leggenda del grande inquisitore: un racconto misterioso e crudele sul tema della libertà.

Nella taverna dove avviene il dialogo tra i due fratelli Ivàn e Aleksej confluiscono voci e personaggi, in un montaggio di quadri che evoca Memorie del sottosuolo, I demòni, Delitto e castigo, Il sogno di un uomo ridicolo. Un processo, un simposio nero che mette al centro il tema della libertà e ne sviscera tutte le declinazioni, fino ai suoi abissi più terribili.

Divisa tra religione e tentazione illuministica, l’idea di libertà di Dostoevskij non si realizza mai come eroica vittoria, è una condizione disperante che mette l’essere umano davanti alla vertigine di infinite possibilità.
Questo spettacolo è un feroce agone di idee dove il tema della libertà resta il più perturbante e, insieme, il più ineludibile degli enigmi umani.

Note

Presso Sala Ridotto – Teatro Storchi

Acquista biglietto unico 5€

Dati artistici

da Fëdor Michajlovic Dostoevskij
drammaturgia Fabrizio Sinisi
regia Silvia Rigon
con Andrea Argentieri, Simone Baroni e Marco Cavalcoli
produzione ERT / Teatro Nazionale

spazio e elementi scenici Paola Castrignanò
disegno luci Peter Bottazzi
costumi Eleonora Terzi
musiche e sound design Andrea Gianessi

foto di Rolando Paolo Guerzoni 

Acquista biglietto unico 5€
una produzione di Il grande inquisitore e altre parabole • Produzione Emilia Romagna Teatro