Stiamo caricando

Blind Love

Bugie bianche capitolo terzo

Teatro Tempio

A proposito di questo spettacolo

In una stanza da letto una domenica mattina lei, nera, e lui, bianco, si trovano inaspettatamente a squarciare il velo dell’abitudine e a provare a nominare il “non detto” su alcuni temi caldi: desiderio, immagine dei corpi, stereotipi razziali, coscienza politica.

Blind love parte con una confessione di lui, anzi una domanda: che desiderio è un desiderio per qualcuno che puoi guidare, comandare? E ancora: perché la donna nera per un bianco è sempre solo la schiava o l’amazzone, cioè il massimo di passività o il massimo di aggressività? 
Le questioni sommerse emergono lentamente.
Naturalmente lei non si riconosce in questi due ruoli e ambisce ad essere vista per quello che è. Ma non è facile, neanche per una coppia del genere, sfuggire ai fantasmi, propri e di un’intera società. 

Lo spettacolo chiude la trilogia Bugie bianche, un percorso sulla storia e le questioni più attuali del rapporto tra maggioranza bianca e minoranza nera nelle società occidentali.

prima assoluta


Note:

Blind Love fa parlare una coppia, lui-lei, una coppia che oggi si direbbe mista, cioè lui bianco lei nera. Italiani entrambi, colti, aggiornati, insomma una coppia di città, lei con una cultura francofona, lui anglofona, una domenica mattina, nel loro monolocale, iniziano una discussione […] Ma il testo non si ferma all’indagine delle trappole psicologiche di una relazione interracial oggi, qui. I due personaggi, cittadini del futuro, con la loro cultura e la loro capacità di ragionare, si spingono oltre e presto si trovano a discutere di questioni più ampie: che atteggiamento si deve avere riguardo alle lotte identitarie di una società diventata tribale? Che ruolo ha la religione nella formazione della nostra psiche? Il ricordo della sofferenza, personale e collettiva, è un monito necessario o un fardello di cui liberarsi? Come ci cambia tutto il tempo che passiamo davanti a uno schermo? E in particolare: come la pornografia influisce sulle dinamiche del desiderio? E l’immaginario razziale, razzializzato, come interviene nello sguardo sulle persone che amiamo? L’amore è cieco o la cecità verso gli altri ci impedisce di amare davvero?”

Alessandro Berti


I consigli di lettura a cura del Patto per la Lettura Bologna.
Voci dal verbo LEGGERE | qualche domanda su libri e letture a Alessandro Berti in occasione dei tre spettacoli ‘Black Dick’, ‘Negri senza memoria’ e ‘Blind Love’ in scena al Teatro Arena del sole/Teatro delle Moline | ERT.

Durata: 60 minuti

Acquista a partire da 7,50

Dati artistici

uno spettacolo di Alessandro Berti
con Alessandro Berti e Rosanna Sparapano
regia Alessandro Berti
progetto Bugie bianche a cura di Gaia Raffiotta
disegno luci Théo Longuemare
sarta Anna Vecchi
produzione ERT / Teatro Nazionale in collaborazione con Casavuota
da una proposta di Anna de Manincor / ZimmerFrei

foto di Daniela Neri
foto di scena di Marika Puicher

Acquista a partire da 7,50
una produzione di Blind Love • Produzione Emilia Romagna Teatro

Video

Blind Love - trailer

Se ti piace Blind Love ti suggeriamo anche:

Gli Altri

Indagine sui nuovissimi mostri
dal 15/03/2022
al 27/03/2022
Teatro Tempio
Lo spettacolo porta in scena gli esiti di un’indagine nata dalla necessità di conoscere, per tentare di aprire un dialogo apparentemente impossibile.
Acquista
a partire da 7,50

Una riga nera al piano di sopra

monologo per alluvioni al contrario
dal 29/03/2022
al 10/04/2022
Teatro Tempio
Un monologo sullo sradicamento volontario e involontario, sui grandi e piccoli eventi che cambiano le nostre vite, sulle persone che ci vengono in soccorso, su quello che resta.
Acquista
a partire da 7,50
dal 31/05/2022
al 12/06/2022
Teatro Tempio
Una Kassandra iper-contemporanea: una donna “in transito”, senza identità fissa, né indirizzo, né paese. Una clandestina che vende il suo corpo e si perde nelle parole di una lingua “di sopravvivenza”.
Acquista
a partire da 7,50