fbpx
Stiamo caricando

Arizona

Una tragedia musicale americana

Teatro delle Passioni

A proposito di questo spettacolo

Fabrizio Falco dirige e interpreta, con Laura Marinoni, un testo del prolifico drammaturgo, sceneggiatore e regista, di teatro e cinema, spagnolo Juan Carlos Rubio. Una storia più che mai attuale, nel suo racconto dei conflitti al confine USA-Messico, sulla violenza dilagante nel mondo occidentale.

George e Margaret sono una stramba coppia americana, lei con il mito di Julie Andrews, lui calato nel suo rassicurante machismo. I due arrivano nel deserto dell’Arizona perché fanno parte del progetto “Minute Man”, una milizia civile, selezionata dal governo, che ha il compito di difendere i confini dai pericolosi vicini del Sud. Non possono abbassare la guardia. Il sole implacabile del deserto che asciuga tutto è onnipresente, simbolo di aridità e infertilità, metafora della sterile relazione tra i personaggi e l’immaginario mondo dell’altro da sé. Un umorismo surreale serpeggia in tutto il testo, in cui la lingua, detentrice di collegamenti e identità, è il principale fattore scatenante di incomprensioni e di abuso di potere.
In questo universo di costante sospetto, il linguaggio produce distanza e isolamento, “le parole belle possono essere male interpretate” riusciranno a metterli pericolosamente contro.
Il mondo esterno si presenta attraverso una radio, dove melodie di commedie musicali americane e notizie inquietanti scivolano addosso ai personaggi, resoconto di una totale indifferenza alle miserie degli esseri umani, lacerati tra fondamentalismi di diversa natura, propiziatori di intolleranza e bigottismo.
Un mondo apparentemente rassicurante, quasi da commedia musicale a colori, fino a quando i confini cominceranno ad aprire abissi attraverso cui i personaggi precipitano. Quando Margaret inizia a porsi troppe domande, la commedia musicale che sembra essere la colonna sonora della loro esistenza si trasformerà in una tragedia cruenta.
Il testo di Juan Carlos Rubio, scritto nel 2005 sembra essere stato profetico. Dodici anni dopo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di costruire un muro che separa il suo paese dal Messico. In Europa e nel mondo il rigurgito di intolleranza per le differenze e la tragedia dei migranti rendono Arizona di sconcertante attualità, ma con il merito di non sfociare mai nella cronaca, passando con grande equilibrio dal realismo sociale alla finzione distopica. Un testo che ci invita a riflettere sul nostro conformismo, le nostre responsabilità, le nostre paure, le nostre miserie.

Durata: 1 ora e 10 minuti

 


Se vuoi entrare nel mondo di Arizona, ascolta la playlist di Laura Marinoni e Fabrizio Falco creata per Cosa suona in teatro un progetto di Zero Bologna in collaborazione con ERT Fondazione


Leggi la presentazione dello spettacolo:  Arizona – Ri-troviamoci al confine di Luca d’Arrigo e Verdiana Vono allievi del corso Perfezionamento Dramaturg Internazionale, nell’ambito dell’operazione “Per un sistema internazionale: Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro” Rif. PA 2018-9877/RER, approvata con DGR 1208/2018 del 30/07/2018 e cofinanziata da Fondo Sociale Europeo, (Progetto 3)


ascolta la puntata de L’ora del vero sentire, la rubrica a cura di Piera Raimondi CominesiCultura della Regione Emilia-Romagna 
#1 // ARIZONA CON LAURA MARINONI

Note

Consigli di lettura dalla Biblioteca Delfini:

  • Francisco Cantù, Solo un fiume a separarci: dispacci dalla frontiera, Minimum fax 2019
  • Valeria Luiselli, Dimmi come va a finire: un libro in quaranta domande, La nuova frontiera 2017
  • Don Winslow, Il confine, Einaudi 2019

 

Dati artistici

di Juan Carlos Rubio
traduzione Giorgia Maria D’Isa
in collaborazione con Pino Tierno
regia Fabrizio Falco
con Laura Marinoni e Fabrizio Falco
scene e costumi Eleonora Rossi
luci Vincenzo Bonaffini
musiche e suono Angelo Vitaliano
aiuto regia Maurizio Spicuzza

si ringrazia per la collaborazione Davide Cirri
direttore tecnico Robert John Resteghini
direttore di scena Lorenzo Trucco
capo elettricista e fonico Giuseppe Tomasi
scene costruite nel Laboratorio di Emilia Romagna Teatro Fondazione
responsabile e capo costruttore Gioacchino Gramolini
costruttori Riccardo Benecchi, Riccardo Betti, Sergio Puzzo
scenografi decoratori Ludovica Sitti (capo), Sarah Menichini, Benedetta Monetti, Rebecca Zavattoni
si ringrazia Boutique Doria 1905
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

foto Marina Alessi

una produzione di Arizona • Produzione Emilia Romagna Teatro

Video

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Invito a Teatro Prosa 12

Se ti piace Arizona ti suggeriamo anche:

dal 19/12/2019
al 20/12/2019
Teatro Storchi
Uno spazio magico carico di toccante umanità: le maschere, le fulminee trasformazioni e tutta la poesia tipicamente Flöz.
Acquista
a partire da € 13,50
02/02/2020
Teatro Storchi
Un monologo che dà importanza e valore a quei momenti felici e infelici dell’esistenza quotidiana sui quali di solito non ci soffermiamo.
Acquista
a partire da € 13,50
dal 19/03/2020
al 22/03/2020
Teatro Storchi
Un testo dallo spirito fortemente contemporaneo, che parla di ricerca della verità, di consenso popolare e informazione giornalistica.
Acquista
a partire da € 13,50

Peter Pan guarda sotto le gonne

Trilogia sull'identità CAP. I
dal 21/01/2020
al 22/01/2020
Teatro delle Passioni
Tre spettacoli diversi, tre linguaggi differenti, per parlare di un tema comune: la ricerca dell’identità.
Acquista
a partire da € 11,50
dal 09/05/2020
al 10/05/2020
Teatro Storchi
Un mare di lacrime di Christoph Marthaler e Dieter Roth di fronte allo scorrere lento del tempo.
Acquista
a partire da € 13,50